Design del prototipo

La nostra idea di gioco è pronta, abbiamo scritto su tanti cartoncini e abbiamo pensato a tutti i concept, ora non resta che trasferire tutte le idee su computer, fare le grafiche e stampare il primo prototipo. Solo 2 domande; dove lo realizziamo? e quanto costa realizzarlo?

Design del prototipo

Vi ho già parlato di come realizzare un piccolo prototipo del gioco nell’articolo su come progettare un gioco da tavolo, vi faccio un piccolo riassunto, nel realizzare il tuo primo prototipo vuoi mantenerlo semplice. Quindi vai avanti e prendi (o prendi in prestito) componenti da altri giochi e/o crea i tuoi componenti. Di solito, la cosa che richiede più tempo è creare o trovare componenti per le carte ancora una volta, non preoccuparti troppo (o per niente) dell'arte. Se hai bisogno di alcuni modelli puoi trovarli su vari siti o facendo una ricerca su Google.



Puoi anche ritagliare le tue carte da vecchie scatole di cereali, cartoncino Bristol, o semplicemente stampare i modelli vuoti. Non sei solo se scegli questa strada, e ci sono un numero sorprendente di articoli, blog e video su come creare le tue carte, puoi sempre usare biglietti da visita vuoti. Bene, quindi abbiamo pronto il nostro prototipo di base, e adesso?

Per prima cosa prepariamo un file di registro dove sono contenuti tutti i dati necessari per lo sviluppo del gioco, e quindi del prototipo. Ho preparato per voi un file in Excel generico, Compilatelo minuziosamente senza trascurare niente, inseriteci dentro anche la scatola e il manuale.

Ora che hai completato il registro, hai sicuramente ben chiaro quello che devi realizzare. Prima di continuare, voglio essere sicuro che sei arrivato a questo punto solo dopo aver realizzato un eso prototipo come indicato nell’articolo su come progettare un gioco da tavolo, se sei qui a leggere senza aver preparato niente, devo informarti che qui parleremo di aspetti tecnici, e di come realizzare un prototipo da mostrare ai tuoi potenziali acquirenti.

Concept e design

prendete come ispirazione le copertine di Netflix, sono studiate appositamente per comunicare all’istante le sensazioni che proverete nel guardare il film, oppure fate una ricerca di immagini su Google, e cercate l'ispirazione. Una volta trovati gli elementi che vi danno ispirazione, fate un Brain storming su chi devono essere i protagonisti del gioco; quindi, pensate alle eventuali miniature e cominciate a fare degli schizzi, prendete tutto il lavoro con una buona dose di pazienza, poiché la parte artistica richiede diverse prove e molto tempo.

Analizziamo ad esempio la copertina di Stranger Things, la prima cosa che possiamo notare è la presenza di colori circondati dal nero, questo particolare effetto si chiama vignettatura.










Vedendo bene l'immagine, saltano all’occhio i protagonisti e sullo sfondo e intorno a loro delle immagini di esseri all’apparenza terrificanti, ma la vera particolarità sta nello sguardo delle persone; infatti, al centro ce una donna impaurita, tutto questo rende già intuibile che si tratta di qualcosa di spaventoso. Prendendo ispirazione da questo, cominciate ad abbozzare dei disegni sia dei protagonisti del vostro gioco che degli eventuali mostri. Qui un esempio su un protagonista del gioco The Pit . 


Quando avrete realizzato il concept di tutti gli elementi del gioco, passate quindi alla fase di design. Per questa fase potete disegnare voi stessi o affidarvi a dei professionisti, ovviamente, stipulate prima dei budget e chiedete dei preventivi, chiedete i portfolio e valutate bene e con attenzione. Per scegliere i disegnatori vi do alcuni suggerimenti, potete cercare qualcuno su Fiverr, ci sono infatti molti artisti dotati, il costo può variare da una decina di euro a centinaia, tutto dipende dal lavoro che verrà affidato, ma la cosa importante che dovete assicurarvi e che l'artista vi ceda i diritti di utilizzo sull’immagine. Noi di Ubabake forniamo anche questo tipo di servizio, e cediamo automaticamente i diritti di utilizzo sulle immagini; quindi, puoi contattare noi se ti va.

Carte

Le carte di un gioco possono essere di varia forma e dimensione, e possono avere delle scritte e essere composte da varie particolarità quali punti vita o punti lotta, al fine del design non cambia molto sul come procedere ad inserire le eventuali immagini, infatti il mio consiglio è di pensare le immagini per ottimizzare i costi che avrete, non fate quindi disegni piccoli, e soprattutto non fateli solo per la carta, infatti una buona regola è quella di creare un design riutilizzabile, come potete vedere nel immagine qui sotto. create un’immagine molto più grande del necessario senza trascurare i dettagli che non vedete.

Stessa regola va applicata a qualsiasi componente del gioco, che sia questa una scheda personaggio o solo uno sfondo del retro delle carte o del tabellone, un altro motivo per cui è bene utilizzare questo metodo di lavoro sta anche nella stampa finale che verrà fatta, molte aziende produttrici, vi rilasceranno un template con dei margini di taglio, e se le vostre immagini sono fatte su misura potrebbe capitare che parte di queste venga tagliata, quando ho realizzato Kaboom, sapevo già di questa cosa, quindi ho progettato le carte con un margine di 5 mm dal bordo in modo da garantirmi nessuna spiacevole sorpresa.

Miniature

Molti giochi da tavolo hanno delle miniature, e spesso la progettazione di queste può essere molto costosa se non si sa come realizzarle, ebbene, nella mia esperienza vi dico che effettivamente ci sono 2 costi importanti che incidono molto sul prezzo per la realizzazione delle miniature, il design e la stampa, se avete realizzato il concept del vostro personaggio, gli avrete dato sicuramente una posa, poi date il design del concept al vostro modellatore 3D e lui vi dirà se si può o meno realizzare, a volte capita che si pensano concept di personaggi assurdi come ad esempio degli animali, in pose strane, e di voler realizzare poi le miniature di questi, prendiamo come esempio un cavallo erto su 2 zampe, scenograficamente è bellissimo, ma la realizzazione del modello 3D potrebbe non venire bene, ce da considerare la zona dove questo poggerà e come verrà sostenuto durate la stampa 3D, il mio consiglio è quello di affidarvi a professionisti, non improvvisatevi comprando una stampante 3D, potrebbe essere un costo inutile, poi ovviamente se avete già esperienza fate pure. Se prendiamo come esempio questo dipinto (destra) come fosse il concept artistico, e la statua come la miniatura, notiamo subito come la zona di appoggio della statua ha bisogno di un ulteriore sostegno, infatti il peso la farebbe collassare, una cosa simile può succedere anche con una miniatura sbilanciata, considerate anche che la forma di una miniatura può determinare il rotolamento di questa e non dare alla miniatura stessa la stabilità sul tabellone di gioco, fate quindi attenzione a progettare miniature e design del concept con una posa ragionevolmente stabile.

Schede e Tabellone

Che siano eroi o mostri o antieroi, i personaggi che compongono il gioco, potrebbero avere una scheda dove ci sono una serie di statistiche e abilità, è buona regola realizzare queste schede su un cartoncino da 2 millimetri, stampate quindi su della carta adesiva (meglio se lucida) la scheda e incollatela sul cartoncino, in questo modo la vostra scheda risulterà rigida e avrà un bel feeling al tatto. Stampate ovviamente la parte frontale e il retro, ma se la vostra scheda non prevede un retro applicateci una carta di colore nero, poiché il cartoncino da 2 millimetri di solito è grigio, e non è davvero un bel vedere. Vi consiglio di stampare la scheda molto più grande rispetto al cartoncino che userete, in modo da poter fare un risvolto in piega e coprire poi con il retro che sarà leggermente più piccolo. Come nell' immagine sotto.

Questo sistema potete adoperarlo anche per la costruzione di un eventuale tabellone, a differenza delle schede, il tabellone potrebbe essere ripiegabile per entrare nella scatola, anche per questo ho un bel consiglio da darvi, esistono se non lo sapete, tabelloni di giochi già pronti con sfondo bianco, una buona idea sarebbe quella di stampare sempre dei fogli adesivi e applicarli sul tabellone bianco, ottimizzerete i tempi e i costi in questo modo. Spesso i tabelloni bianchi sono disponibili in varie misure, potete sfruttare le dimensioni standard che trovate in base al tabellone che prendete per realizzare il design del vostro, a volte troverete dei bundle con scatola inclusa, questa può tornarvi utile. 

Costo del prototipo

Il costo di un prototipo può variare da gioco a gioco, in base alla tipologia e alla quantità dei pezzi al interno, esistono molte aziende che producono prototipi di giochi, ma ovviamente il design è sempre escluso, non è possibile quantificare realmente il costo di un prototipo, poiché le variabili sono davvero tante, quello che vi posso suggerire però è di fissare un budget complessivo, e cercare di distribuire le vostre risorse in questo modo: 60% per i costi di grafica e design, 25% per la produzione del prototipo e il restante 15% per eventuali modifiche sul design.

Quando avrete preparato tutte le immagini dei vari componenti e le varie miniature, c'è una cosa che potete fare prima di spendere soldi sulla stampa, se non lo conoscete, esiste un "software" chiamato Table Top Simulator, questo programma oltre a offrirvi la possibilità di giocare a molti giochi da tavolo online, vi dà anche la possibilità di creare e testare il vostro gioco.

Quindi ricapitolando, create una lista con tutti i componenti, create immagini più grandi del necessario, lasciatevi dei margini abbondanti sulle carte e sulle schede, create miniature che siano bilanciate e specificate un budget complessivo tra design e stampa. Affidatevi a dei professionisti, e ovviamente potete utilizzare il nostro servizio di consulenza per qualsiasi domanda o richiesta per la creazione del vostro prototipo/gioco da tavolo.


Come sempre vi ringrazio per aver letto, e vi lascio con una citazione come al solito.
“Non usare mai una parola lunga dove una parola breve funziona altrettanto bene” -George Orwell