Come progettare un gioco da tavolo?

Ecco una guida per cominciare.


 Se ti sei chiesto come iniziare a progettare un gioco da tavolo, allora forse, leggere questo articolo può essere molto utile per te, quindi iniziamo subito col dire che progettare un gioco da tavolo non è un compito da poco. Ci vuole un sacco di tempo, impegno e dedizione (insieme a un'enorme quantità di fallimenti a volte...).

Tuttavia, con il giusto atteggiamento, un po' di duro lavoro e perseveranza e buone informazioni per guidarti, puoi progettare fantastici giochi che le persone amano.

La cosa principale da ricordare è che non ci sono scorciatoie. Come qualsiasi altro sforzo creativo, la progettazione di giochi da tavolo richiede tempo, impegno, fare e imparare dagli errori, coerenza, feedback onesto e tutte le altre cose che contribuiscono a dare vita alla creatività e diventare un game designer. 

Fai attenzione, essere un game designer non vuol dire essere necessariamente un designer o un artista illustrativo, il game designer è colui che ha la capacità di inventare, immaginandolo, un gioco basato su meccaniche, tema e ambientazione. Quindi, tuffiamoci nei concetti chiave.

Che cos'è un gioco da tavolo?

Per dirla semplicemente, un gioco da tavolo è un oggetto divertente al quale dei giocatori dedicano del tempo e si divertono, quindi, come designer, dovresti massimizzare il rapporto tempo-divertimento. I giochi da tavolo sono diversi dalle altre forme di intrattenimento perché sono molto più che sedersi e assorbire contenuti, i giochi danno ai giocatori un ruolo attivo nel determinare come si svolgerà l'esperienza. Danno alle persone l'opportunità non solo di godersi una storia, ma anche di avere un impatto su come quella storia viene raccontata.

Ciò significa che i game designer sono narratori al massimo grado, perché ciò che stiamo davvero creando sono opportunità per gli altri di raccontare grandi storie. Riuniamo le persone attorno a un tavolo per sperimentare qualcosa che si spera possa costruire relazioni e creare ricordi duraturi.

Quindi, se mai ti ritrovi a chiedere: "Ha importanza anche questo?" la risposta è si! Tutte le espressioni artistiche arrivano con la loro giusta dose di giorni difficili e la progettazione di giochi da tavolo non è diversa. Ma in quei momenti, ricorda a te stesso che i  giochi contano e hanno la capacità di migliorare la vita delle persone.

Dove iniziare?

La prima fase del game design può essere la più emozionante ma anche la più impegnativa. Di solito, qualcosa accenderà un'idea e ti farà pensare: "Sarebbe un bel gioco!" Ma poi cosa? Trasformare un'idea in un gioco giocabile può sembrare un compito monumentale, ed è spesso così travolgente pensare che molte persone lasciano le idee nella loro testa.

Quindi, la cosa migliore che puoi fare è semplicemente iniziare a toglierti le idee dalla testa. Annota tutto ciò che ti viene in mente. Annota le cattive idee che cancellerai in seguito. Annota idee segnaposto per colmare il divario tra un pensiero e l'altro.

Non trattenere nulla e non preoccuparti troppo dell'organizzazione o della critica delle tue idee. Ci sarà un sacco di tempo per questo più tardi. Tira fuori quanti più pensieri possibili. Una volta che sono usciti, puoi iniziare a capire tutto il resto. E ricorda che la maggior parte dei grandi scrittori sono in realtà grandi re-writer e, allo stesso modo, la maggior parte dei grandi game designer sono in realtà grandi re-designer.

Tema, Meccaniche ed Esperienza

C'è un secolare  dibattito  sul miglior punto di partenza quando si crea un gioco. Alcuni designer iniziano con il  tema, altri iniziano con una meccanica di base e più recentemente, alcuni designer iniziano con un'esperienza specifica in mente. Onestamente, non c'è una risposta sbagliata e tutti e tre i metodi hanno portato a giochi considerati i "migliori di tutti i tempi".

Scegli il metodo che funziona meglio per te. In genere, si tratta più del modo in cui il tuo cervello si avvicina al mondo, quindi non lasciarti coinvolgere dal dibattito frivolo.

Tema

Esistono più temi al cui puoi ispirarti, te ne elenco alcuni tra i più utilizzati: Fantasy, Horror, Guerra, Sopravvivenza, Zombie/Apocalisse, Western, Futuristico, Medievale, Naturalistico, Animali etc. L'unico limite al tema è la tua fantasia, in oltre molti temi possono essere incrociati e messi insieme, tutto sta nelle tue capacità immagnative.

Meccaniche

Esistono molti tipi di meccaniche e per questo argomento scriverò tutto un articolo dedicato, ma per ora ti basti sapere che le meccaniche di gioco, sono tutta quella serie di interazioni che un giocatore compie nel e durante il gioco.

Esperienza

L'esperienza che vuoi regalare ai tuoi giocatori deve essere sicuramente unica per rendere interessante il tuo gioco, per esempio, se vuoi che i tuoi giocatori si divertano facendo cose strane, probabilmente stai pensando ad un party game dove le persone devono affrontare delle sfide o fare cose strane, probabilmente interaggento tra di loro, quindi stai creando un esperienza che diverte e oltre ad essere unica ogni volta, renderà il tuo gioco automaticamente memorabile.

Dove mettere le idee

Ogni designer ha il suo posto preferito per mettere e conservare le idee. Alcune persone passano al digitale con ad esempio, Google Docs o OneNote. Ciò rende l'archiviazione, la modifica e lo spostamento delle idee davvero facile.

Altri designer optano per un metodo fisico e usano un diario, un quaderno o un raccoglitore. Funziona bene per le persone a cui piace poter scrivere e disegnare facilmente sulla stessa pagina e può aiutarti a evitare le distrazioni da un dispositivo digitale.

Personalmente, io parlo al registratore vocale del mio smartphone e poi trascrivo tutto.

Non c'è davvero nessuna risposta sbagliata. Trova un sistema che funzioni per te e seguilo. L'importante è tirare fuori le idee.

Trova il divertimento

Non appena hai un'idea per un gioco, vai avanti e inizia a pensare a dove sarà il vero divertimento. In altre parole, inizia a definire l'esperienza del giocatore. Un puzzle game astratto fornirà un'esperienza molto diversa rispetto a un gioco di avventura basato sui personaggi. Anche se quei giochi hanno un tema simile, il loro "divertimento" si troverà in posti molto diversi.

Trovo utile rispondere a una manciata di domande di base quando inizio un nuovo progetto:

  1. Per chi è il gioco? Definire il tuo pubblico di destinazione ti aiuterà a prendere molte decisioni di progettazione.
  2. Come dovrebbero sentirsi i giocatori? Vuoi che si sentano eroici, riflessivi, paranoici, ecc? Questo ti aiuterà a capire altri aspetti del gioco.
  3. Cosa rende questo gioco diverso? Perché le persone dovrebbero voler giocare a questo gioco rispetto ad altri giochi sul mercato? Cosa lo distingue? Non deve essere rivoluzionario, ma non dovrebbe essere solo un clone di qualcos'altro.
  4. Quali sono alcuni possibili meccanismi che si allineano con l'esperienza del giocatore desiderata? Un grande gioco sembra che tutto combaci.
  5. Cosa stanno cercando di ottenere i giocatori e come vincono? Definire cosa vuoi che i giocatori facciano nel gioco e come vinceranno renderà molte altre decisioni più facili lungo la strada.
  6. Che numero di giocatori, tempo di gioco e fascia di età dovrebbe avere il gioco? La definizione di questi elementi di base può darti una scatola utile per mantenere il tuo gioco all'interno. Se il gioco dovrebbe essere un gioco di fantascienza di un'ora e veloce, probabilmente avrai un sistema di combattimento diverso rispetto a se il gioco dovrebbe essere un'opera spaziale epica di due ore.

Ci sono molte altre domande che puoi porti, ma la cosa principale è essere molto intenzionale su dove può essere trovato il divertimento nel tuo gioco. Quando lo definisci correttamente, è molto più facile tagliare tutti gli aspetti del tuo gioco che si allontanano dal divertimento.

Gioca a tanti giochi

Una delle cose migliori che puoi fare per imparare e crescere come designer è giocare a MOLTI altri giochi. Se vuoi diventare un grande scrittore, leggi tutti i libri su cui riesci a mettere le mani. Se vuoi diventare un grande progettista di giochi, gioca a più giochi che puoi.

Gioca ai migliori giochi di tutti i tempi. Gioca a giochi di cui nessuno ha mai sentito parlare. Gioca con i prototipi di altri designer. Gioca ai giochi che ami. Gioca ai giochi che odi. Gioca a giochi di generi che non ti interessano nemmeno.

Giocare a molti giochi diversi ti darà idee per i tuoi progetti. Imparerai come i designer hanno risolto determinati problemi e gestito situazioni diverse. E giocare a giochi più recenti ti mostrerà cosa è popolare nel mercato attuale.


ORA CHE ABBIAMO VISTO GLI ASPETTI GENERICI POSSIAMO INIZIARE COL PROCEDERE PER PASSI VERSO LA CREAZIONE DI UN PROTOTIPO GIOCABILE, SEGUENDO ALCUNE FASI IMPORTANTI POTRAI VEDERE FINALMENTE IL TUO LAVORO REALIZZARSI.


Fase 1 - Pensare al minimo indispensabile

Prodotto minimo praticabile

Quando inizi un progetto, è facile pensare troppo alle cose e mordere molto più di quanto tu possa masticare. Spesso si riempiono diari pieni di idee interessanti che sono cresciute fuori controllo fino a quando ci si sente così sopraffatti dalla loro grandezza che si passa a qualcos'altro. Quando si impara a creare un prodotto minimo praticabile le idee hanno iniziano a diventare dei prototipi.

Un prodotto minimo praticabile (MVP, minimum viable product ) è la versione più piccola e semplice della tua idea. Se vuoi creare un enorme gioco spaziale con molti combattimenti nave-nave, l'MVP potrebbe essere il semplice meccanismo di combattimento del lancio dei dadi. Se vuoi creare un gioco sull'agricoltura, l'MVP potrebbe essere il meccanismo di raccolta delle risorse.

Concentrarsi su un piccolo aspetto del design generale di un gioco rende molto più facile portare a termine le cose e puoi iniziare a capire se il gioco è divertente o non molto prima di dedicarci un po' di tempo. E creare una parte del gioco può darti lo slancio per finirne altre.

In genere, dovresti progettare diverse parti di un gioco come moduli individuali. Per prima cosa, potresti creare il sistema di movimento. Poi, lavorerai sul sistema di combattimento. Dopodiché, metterai insieme il sistema di gestione delle risorse. Testa singolarmente ogni sistema per vedere cosa funziona e cosa no, ma la priorità principale è creare ora e modificare in seguito. E una volta che avrai diversi sistemi, inizia a combinarli in modo che funzionino insieme.

Non è un modo perfetto per fare le cose, ma potrebbe funzionare per te. Credo che risparmierai un sacco di tempo e vedendo che funziona ti stimoleranno a lavorare sul prossimo aspetto del gioco.

Ma non importa quale sistema funzioni per te, l'importante è avere qualcosa sul tavolo. Non puoi testare un'idea, quindi lavora per creare qualcosa con cui puoi effettivamente giocare per vedere se è un gioco che vale la pena perseguire.

Blocco del designer

Il blocco del designer è molto reale e molto frustrante, ma è solo una parte del processo. Spero che tu non te ne occuperai mai, ma ci sono buone probabilità che ti colpisca piuttosto spesso. Lavorerai su un gioco e tutto si adatterà perfettamente quando all'improvviso si presenterà un ostacolo che non hai idea di come risolvere.

È tipico, quindi non essere eccessivamente frustrato. Alcuni dei migliori giochi mai creati sono rimasti bloccati per anni prima che il designer trovasse una risposta a un certo problema.

Quando rimani bloccato, ti consiglio di mettere in attesa il design e lasciare riposare il cervello per un po'. Questo è un ottimo momento per giocare ad altri giochi e la risposta al tuo problema potrebbe essere trovata nel vedere come un altro designer ha gestito una situazione simile.

Questo è anche un ottimo momento per lavorare su un gioco completamente diverso. Sono costantemente alla ricerca di modi per risolvere un gioco mentre lavoro su un progetto completamente diverso. A volte il cervello ha solo bisogno di essere leggermente distratto per farsi strada attraverso una sfida.

E, onestamente, a volte rimarrai bloccato su qualcosa perchè non sei ancora un designer abbastanza bravo. Come tutte le altre forme d'arte, il game design richiede tempo, pratica e dedizione se vuoi diventare bravo. E sarai in grado di identificare un buon gioco molto prima di essere in grado di creare un buon gioco.

La maggior parte delle persone non diventa mai brava in qualcosa perché smette molto prima di aver speso abbastanza tempo per guadagnarsi la grandezza. I più grandi scrittori, artisti, designer, ecc. sono arrivati a quel punto solo perché hanno creato un mucchio di opere d'arte che sono finite nella spazzatura e hanno continuato ad andare avanti. Ti basta pensare che Leonardo da Vinci, non ha quasi mai completato nessuna delle sue opere, eppure resta uno dei geni indiscussi nel campo artistico.

Fase 2 - Consensi

Porta fuori le tue idee

C'è un malinteso comune tra i nuovi designer che non dovrebbero parlare delle loro idee o dei progetti di giochi online perché qualcuno potrebbe rubarli. Bene, la verità è che questo è completamente falso.

La verità è che non ci sono molti soldi nella progettazione di giochi e l'industria è piuttosto piccola. In altre parole, se un designer o un'azienda ruba il tuo gioco, probabilmente costerà loro più soldi di quanto guadagnerebbero in quanto verrebbero inseriti nella lista nera dei circoli principali e avrebbero difficoltà a trovare persone con cui lavorare in futuro.

Inoltre, tutti i designer che conosco stanno lavorando su più di 10 progetti e sono molto più entusiasti dei loro giochi che dei tuoi. Un altra verità e che sicuramente, il tuo progetto è gia stato fatto da qualcun altro molto prima di te, ma che per un motivo o un altro si è fermato o ha delle piccole differenze che rispetto al tuo potrebbero averlo messo nella lista dei giochi troppo ovvi e scontati.

Quindi, esci e discuti delle tue idee. La  community Facebook di Board Game Geek  è un ottimo punto di partenza. (Inoltre, pubblicare pubblicamente sul tuo gioco rende ancora più difficile rubare perché crea un record pubblico a cui puoi puntare.)

I grandi giochi non si fanno nel vuoto. Avrai bisogno di altre persone per dare un'occhiata al tuo gioco e offrire feedback. Questo avviene principalmente attraverso i  test di gioco , ma anche solo avere altri designer con cui far rimbalzare le idee è inestimabile e migliorerà drasticamente lo sviluppo del tuo gioco.

Inoltre, ho conosciuto parecchie persone che hanno postato sul loro gioco online in cerca di feedback e hanno finito per ottenere un accordo di pubblicazione con un'azienda a cui è capitato di vedere il post.

Fase 3 - Prototipazione

Prototipo

Ok, quindi hai un gioco in mente e hai annotato molte note su come potrebbe funzionare. Ora è il momento di creare qualcosa di reale. Vuoi ancora seguire i concetti di prodotto minimi praticabili dal capitolo precedente e ottenere almeno una parte del gioco sul tavolo il prima possibile.

Ora, questo articolo non coprirà ogni aspetto della prototipazione di un gioco, ma si spera che ti fornisca molti suggerimenti e trucchi su come migliorare il tuo processo di prototipazione. Ci sarà, e te lo prometto un nuovo articolo dedicato tutto alla prototipazione.

Carte

La maggior parte dei giochi ha carte, quindi avere un sistema rapido per crearle accelererà drasticamente il tuo processo di prototipazione. Per ottenere i migliori risultati, consiglio di scaricare alcuni modelli o template. Quindi, carica il file nel tuo editor di immagini preferito ( io uso  Photoshop ).

Ora che hai una base, puoi aggiungere qualsiasi immagine, icona e testo che deve andare sulle carte. E con quei modelli, saprai esattamente con quanto spazio devi lavorare. Quindi, stampa le carte e ritagliale lungo le linee di taglio designate.

Per dare loro un po' di peso e renderle più facili da maneggiare e mescolare, fai scorrere la carta in una custodia insieme a una carta da gioco. Compra carte da gioco alla rinfusa dal negozio tutto a 1 €, ma puoi anche usare le carte Magic o qualsiasi cosa che si adatti bene alle bustine.

Bustine

Un'altra cosa grandiosa delle bustine, dette anche maniche, è che puoi scriverci sopra e modificare le informazioni mentre procedi. Supponiamo che tu non sia sicuro se una carta debba avere un 1 o un 2 nell'angolo in alto a sinistra. Lascia semplicemente quell'area vuota quando disegni la carta e, una volta inserita nella busta della carta, scrivi il numero con un pennarello a secco cancellabile. Qui puoi vedere degli esempi di bustine. 

Se scrivi un 1 e decidi di cambiarlo in 2, con un pennarello cancellabile a secco è presto fatto. Tutto verrà cancellato immediatamente e ora puoi scrivere il nuovo numero.

Inoltre, le maniche sono disponibili in quasi tutti i colori che puoi immaginare, il che apre tonnellate di opzioni per i diversi dorsi delle carte senza dover progettare o stampare nulla.



Tavole

I tabelloni di gioco possono essere difficili da realizzare, ma spesso è perché i designer pensano troppo alle cose e cercano di farle sembrare troppo belle quando il gioco è ancora nelle prime fasi del design. Non ha senso dedicare molto tempo a qualcosa che cambierà molto, quindi ecco le mie opzioni preferite per la creazione di schede.

  1. Carta. Prima di creare una tavola, la pianifico su carta per vedere come tutto si incastra e deve essere distanziato. Puoi facilmente trovare su Google template esagonali, qual ora il tuo gioco lo richieda e se vuoi fare qualcosa di più avanzato della tipica pagina piena di quadrati, se disegni tutto a matita, puoi facilmente cambiare le cose al volo.

  2. Lavagna bianca . Una lavagna è fantastica quando vuoi qualcosa di più grande della carta millimetrata, ma molte cose sono ancora soggette a modifiche. Per gli aspetti di cui sei più sicuro, puoi disegnare/scrivere con pennarelli cancellabili a umido in modo che siano più durevoli. E per le cose di cui sei meno sicuro, puoi utilizzare i pennarelli cancellabili a secco per apportare modifiche rapidamente e facilmente.

  3. Cartoncino : una volta che sono più sicuro dell'aspetto che avrà la lavagna, creo un'immagine grande e poi la stampo in formato "poster" con Adobe Reader in modo che venga stampata come più fogli affiancati. Lo stampo su cartoncino in modo che sia più resistente, taglio qualsiasi spazio bianco e lo nastro adesivo tutto insieme per creare la lavagna.

Componenti

Per creare dadi, tabelloni, gettoni, tessere e tabelloni personalizzati. Compra etichette adesive A4 in modo da poter stampare facilmente ciò su cui stai lavorando, per poi ritagliarlo e incollarlo su qualcosa di più resistente.

Per gettoni, tessere, tabelloni e tabelloni giocatore, posiziona gli adesivi su scatole di cereali o cartone e poi taglia le cose alle dimensioni che ti servono.

Non puoi mai avere abbastanza pezzi di legno nella tua cassetta degli attrezzi di progettazione del gioco. Forme e colori diversi possono rappresentare ogni sorta di cose diverse dai lavoratori alle risorse alle azioni a qualsiasi cosa tu possa pensare.

E se scopri di non avere abbastanza componenti, puoi utilizzare ad esempio della pasta.

I negozi dell'usato sono ottimi posti per trovare giochi da tavolo usati per i pezzi di ricambio. Le fiere di paese sono anche ottime risorse per trovare componenti interessanti. Potresti persino trovare un pezzo così bello o unico da creare un intero gioco attorno ad esso! 

Per un prototipo, la funzionalità è molto più importante della bellezza. Quindi, non pensare troppo al layout delle tue carte, alle icone che stai utilizzando, al carattere, ecc. Puoi aggiornare e correggere tutte queste cose in seguito. Metti ciò che è necessario e disponi tutto nel miglior modo possibile, ma non impantanarti.

Vuoi che tutto sia abbastanza chiaro in modo che i tester possano giocare in modo efficace, ma all'inizio non preoccuparti troppo oltre a questo. Guarda i giochi pubblicati simili ai tuoi e prendi in prestito idee su come hanno disposto il loro design grafico. Quindi, attraverso i test, ottieni feedback sui modi in cui puoi cambiarlo e migliorarlo.

Quando arrivi al punto in cui vedi che tutto funziona e non hai dei grossi cambiamenti da fare e desideri che il tuo prototipo assomigli di più a un gioco fabbricato, puoi utilizzare un servizio di stampa su richiesta per creare tutti gli aspetti del tuo gioco, presupponendo che tutte le grafiche siano state realizzate, puoi rivolgerti direttamente a noi di Ubabake per avere un prototipo professionale.

FAQ

  • Se progetto un gioco che ha le meccaniche di un altro gioco sto copiando? Per quanto riguarda le meccaniche di gioco, non esiste ad oggi una regola a riguardo sul detentore dei diritti della meccanica, ammenochè questa non sia particolare e innovativa, le meccaniche comuni quali pescare una carta e scartare una carta basata su un colore o numero, o di lanciare dadi per muoversi o attaccare sono cosidette maccaniche non brevettabili, per tanto ammenochè tu non stia palesemente copiando una regola di un gioco, le meccaniche che utilizzerai, se pur uguali ad altri giochi non rappresentano un problema, e di conseguenza non possiamo dire che stai copiando, il mio consiglio è di progettare comunque meccaniche ispirate a quelle già esistenti per crearne nuove varianti.
  • Posso usare immagini stock per realizzare il mio gioco? Se non puoi creare immagini personali, ovviamente puoi utilizzare immagini stock, che siano esse acquistate o gratuite, la cosa importante da verificare prima di utilizzare qualsiasi materiale stock, che sia un font o un immagine, verifica sempre le licenze e le attribuizioni, come nel mio caso, in questo articolo è inserita un immagine stock come copertina, la sua licenza è libera e nel mio caso non sono obbligato a fornire attribuizioni.
  • Posso copiare giochi che mi piacciono molto cambiando la ambientazione? Se il tuo scopo è quello di giocarci solo con gli amici, allora puoi farlo, anche se non dovresti, ma qual ora tu volessi questo si chiama plagio o copia, NON FARLO! Rispetta il lavoro degli altri come vuoi che venga rispettato il tuo.

Se hai altre domande puoi scriverci una mail, saremo felicissimi di risponderti.

Conclusione

Si spera che questo articolo ti avvii lungo il percorso di progettazione di fantastici giochi. La creazione di un gioco può essere una lunga strada, ma è qualcosa che puoi realizzare se sei disposto a dedicare tempo e impegno.

vi saluto con una citazione di Samuel Beckett
“Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better.”
           Mai provato. Mai fallito. Non importa. Riprova. Fallo di nuovo. Fallisci meglio.